Offrire il dono di Borneo al Mondo...
Oggi è

Seleziona la lingua: English Chinese Italian

IL MONDO PERDUTO DEL BORNEO

 

IL MONDO PERDUTO DEL BORNEO

"Il Bacino Maliau è uno dei migliori luoghi in Borneo dove si possono veramente ammirare le meraviglie della foresta pluviale primaria. Inoltre è una riserva mondiale di biodiversità, densa di incredibile ricchezza genetica" Lonely Planet Borneo, 2008

2008

Nel 1947, un pilota Britannico stava volando verso Tawau, quando si trovò immerso nelle nebbie della foresta pluviale. Quando la nube di nebbia si dissipòsi trovò circondanto da pareti scoscese di roccia di circa 900 metri che emergevano dalla giungla sottostante; si trovava nel Maliau Basin, un cratere ricoperto da una densa foresta vergine di dimensioni vastissime. Questa scoperta fortuita fu riportata nel Bollettino del Borneo, pubblicato nel 1953. L'episodio, all'epoca, non destò molto interesse tanto che scivolò silenziosamente nell'oblio.

Per anni il Maliau Basin è rimasto inesplorato, custodendo segretamente nel suo cratere, milioni di anni di evoluzione. La sua struttura geologica con ripidi pendii e la sua impenetrabile giungla lo hanno reso insormontabile alle popolazioni locali. Il bacino ha una superficie equivalente all'isola di Singapore,e all'interno ci sono gole, fiumi e cascate spettacolari.

Finalmente nel 1988, è stata organizzata la prima spedizione che ha aperto un vaso di Pandora pieno di sorprese, rivelando cosìil mistero e la bellezza di un mondo rimasto intatto dal passaggio degli anni, dove la flora coesiste con la fauna selvatica in perfetta armonia in un angolo sperduto del mondo, proprio come un "Jurassic Park" senza dinosauri.

Fino ad oggi..soltanto 2000 esploratori hanno messo piede nel Maliau Basin e soltanto il 50% della superficie è stata esplorata...

Il Maliau Basin si trova nel centro-sud della regione del Sabah, a circa 40 km nord dal confine con il Kaliamantan (Indonesia) e adiacente alle proprietà forestali gestite dallo Yayasan e adibite al taglio selettivo della vegetazione.Il bacino è raggiungibile in circa 4-5 ore sia da Tawau che da Kota Kinabalu in jeep con intervalli di strade sterrate. Durante il tragitto si attraverseràla catena montuosa del Crocker Range, passando tra i villaggi delle popolazioni indigene del Sabah, tra cui i famosi ex tagliatori di testa Murut.
Una volta arrivati al punto d'ingresso (Maliau Shell) ci sarà ancora un'altra ora di percorso sterrato che attraversa una fittissima foresta secondaria, dove, occasionalmente, è possibile avere incontri ravvicinati gli elefanti pigmei e con i bufali "bateng" che sono endemici del Maliau Basin. All'interno del Bacino non ci sono altre strade.

Il mistico Maliau Basin è una delle zone più belle e naturali di tutta la Malesia.

Il Maliau Basin è delimitato da una scarpata di 1.675 metri (SLM) e si estende per390 km/q di foresta incontaminata, con un ecosistema praticamante indipendente ed ampie aree che devono essere ancora esplorate e documentate.
Sorprendentemente, il Maliau Basin è un bacino idrografico rifornito da un unico corso d'acqua; il fiume Maliau che scorre da una gola sud-est e sfocia nel fiume Kuamut e infine del Kinabatangan, il più grande e importante fiume del Sabah.